arton3887-dd42aGrazzanise – Un incontro sulla figura di Padre Antonio Raimondo che svolge la sua attività missionaria in Egitto da molti anni si è tenuto ieri 14 novembre 2015 nell’Aula Magna dell’I.C. ’F. Gravante’, a cura dell’Associazione culturale Tre Grazie.
Il titolo della manifestazione era “Le mie due terre” come le chiama lo stesso frate, intendendo quella di origine e quella di missione, fra le quali egli trova molti punti in comune, come la presenza dei fiumi, Volturno e Nilo, e l’allevamento della bufala con relativa produzione lattiero-casearia.
La coordinatrice dell’Associazione, ins. Raffaella Petrella ha introdotto la relazione della giornalista Giovanna Pezzera che si è sorafpetr-187a4ffermata in un lungo intervento sulla figura del nostro concittadino come religioso, missionario, organizzatore di attività di promozione, soprattutto a favore dei bambini, ma anche come studioso osservatore di usi e costumi e versificatore.
Padre Raimondo infatti, classe 1946, ha realizzato importanti opere sociali alla periferia del Mukattam ha pubblicato articoli e ricerche per la rivista ’La terra Santa’, per ’Voci d’Oriente’, ha collaborato alla storia di ’Pietro Laurella’, ha redatto una ’Cronaca delle chiese-conventi di Bulacco e Ismailia’, si è interessato a Muhammad Alì e a Mons. Perpetuo Guasco, primo vescovo per i latini d’Egitto. Ha scritto, inoltre, una raccolta di racconti autobiografici.
Ha letto brani dai lavori dell’autore la giovane Grazia Di Bello.
La manifestazione, a cui ha assistito un buon pubblico, ha avuto come al solito un seguito conviviale. Non a caso questo tipo di eventi rientra nell’attività intitolata ’Librando – aperitivi letterari’ della Tre Grazie.

frates

Incontro su Padre Antonio Raimondoultima modifica: 2015-11-15T14:58:04+01:00da ezzel
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Post Navigation