Parente Mattia: Coordinatore
Bertone Ivana: Vice Coordinatore
Nardelli Salvatore: Cassiere
Pezzera Nicoletta: Cerimoniere
Di Cecio Tina: Consigliere
Mastrocinque Antonio: Consigliere
Di Nardo Alessio: Consigliere
Raimondo Paolo: Segretario

Elezioni per l’anno sociale 2014. I risultati di domenica 15.12.2013:

Collegio dei Sindaci:

  • Bertone Ivana 1
  • Caianiello Raffele 2
  • Di Cecio Concetta 1
  • Di Nardo Alessio 3
  • Gravante Annarosa 3
  • Mastrocinque Antonio 2
  • Nardelli Carlina 3
  • Nardelli Salvatore 5
  • Parente Mattia 9
  • Petrella Agnese 1
  • Petrella A. Giacinto 2
  • Petrella Michele 1
  • Pezzera Giovanna 6
  • Pezzera Luigi 10
  • Pezzera Nicoletta 2
  • raimondo Enrico 16
  • Raimondo Giovanni 16
  • Raimondo G. Battista 13
  • Raimondo Luca 1
  • Raimondo Pasquale 3
  • Tescione Giuseppe 1
  • Tescione Gennaro 1

 Comitato di Coordinamento

  • Bertone Ivana 22
  • Caianiello Raffaele 6
  • Di Cecio Concetta 16
  • Di Nardo Alessio 9
  • Grasso Lucrezia 1
  • Mastrocinque Antonio 13
  • Nardelli Paola 1
  • Nardelli Salvatore 26
  • Parente Giovanna 1
  • Parente Mattia 26
  • Petrella Agnese 2
  • Petrella Filomena 2
  • Petrella A. Giacinto 3
  • Petrella Michele 2
  • Pezzera Giovanna 29
  • Pezzera Luigi 9
  • Pezzera Nicoletta 18
  • Raimondo Enrico 4
  • Raimondo Giovanni 5
  • Raimondo G. Battista 2
  • Raimondo Paolo 9
  • Raimondo Pasquale 4
  • Rullo Emma 1
  • Santafata Angelo 5
  • Tescione Gennaro 2
  • Tessitore Francesco 5
  • Tessitore Franco G. 1

 

 

 

IMG_8850b-2-07369.jpgApprendiamo da comunedipignataro.it che la Giunta Comunale della cittadina calena, guidata da Raimondo Cuccaro, ha deliberato di concedere un encomio solenne al prof. Giuseppe Rotoli per i suoi alti meriti nel campo della cultura e in particolare della letteratura. Il prof. Rotoli è il presidente degli Amici della Musica e di recente ha dato alle stampe la sua ultima raccolta poetica, “Porta luce il dolore“, una personale Via Crucis “in un attraversamento di deserti senza sconti per sé e proprio per questo ricchi di sorgenti per gli altri” (A. Aiello). Il libro, pubblicato da “La vita felice – Milano” è stato presentato e commentato pochi giorni fa da Mons. Arturo Aiello, vescovo di Teano-Calvi, e da Giovanni Nacca, egli stesso poeta.
La decisione della Giunta Comunale di Pignataro M. sarà apprezzata senz’altro dai lettori di Grazzanise presso i quali il nome del prof. Rotoli è molto noto. Egli infatti ha dimostrato in più di una occasione la sua amicizia per il nostro paese che ne ha ammirato la profonda cultura, la fine sensibilità di critico e di poeta ma soprattutto la grande umanità.
L’anno scorso l’Associazione Tre Grazie lo ha nominato Socio Onorario. Ed è al dott. Mattia Parente, coordinatore del sodalizio, che cediamo la parola per un commento finale: “Noi della Tre Grazie esprimiamo soddisfazione per l’encomio conferito dalla Giunta del Comune di Pignataro Maggiore al nostro Socio Onorario prof. Giuseppe Rotoli, punto di riferimento della riflessione culturale del nostro tempo. Il suo amore per la letteratura e la poesia è chiaramente visibile nell’approccio che ha con la vita concreta nell’ambito della quale ogni momento è vissuto in pienezza di significato“.
Al prof. Giuseppe Rotoli vanno le felicitazioni di questo portale e nostre personali.

frates

Giambattista Bergamaschi

Storielle strastrane
Dal 14 ottobre 2013 su www.prosperoeditore.com

Flayer_Storielle strastrane.jpgCon una tenerissima immagine – quella della piccola Anna che non senza impaziente emozione prega lo zio di raccontarle almeno una delle storie che sta giusto scrivendo – il bel libro di Giambattista Bergamaschi si apre al lettore. Con formula non poco sibillina si conclude, a sigillo di imprevedibili vagabondaggi esistenziali: “Ci intriga il rimpianto di ciò che amiamo. Lo abbandoniamo sì da poterlo narrare.” (da Home)

Avrebbe voluto intitolarle “Surreali” le ventidue toccanti storielle, ma poi, alle incoraggianti “critiche” gratuitamente elargite da un’intera classe stregata all’ascolto di Au feu rouge (“Prof, ma lo sa che questa storia è veramente STRASTRANA?”, “Certo che a lei accade di tutto, ma proprio di tutto, prof…! Come fa?”), il “professore” ha pensato bene che nulla avrebbe potuto risultare più calzante di quel “selvatico” neologismo.
Ciò che spontaneamente emerge alla lettura dell’intero volumetto è innanzitutto una singolare, quasi lirica, capacità di osservare ogni cosa con curiosa visionarietà, sì da poter cogliere persino nel più insignificante atomo di realtà tutti gli ingredienti necessari e sufficienti ad incatenare il lettore in un racconto avvincente, comunque rivelatore, perché – pur nella finzione – psicologicamente stravero

Narrazioni enigmatiche e ambigue almeno quanto gli Arcani Maggiori dei Tarocchi: giocate tra verità e finzione, verosimile e capriccio, dormiveglia e sogno, realtà virtuale e chimerica illusione, prosa e poesia, tutte si destreggiano fra il tangibile e il simbolico, l’“autobiografico” e il fantastico, dove il secondo è non di rado destinato a rivelarsi persino più plausibile e concreto della realtà stessa, in un intrigante gioco di specchi che sfiora spesso e volentieri accattivanti climax mitologico-mistici, per non suggerire che una sola tra le molte chiavi interpretative consentite da quest’opera seconda di Bergamaschi:

“Mentre, flottando ad ampie e calme bracciate, s’andava approssimando all’imbarcazione, che ormeggiata sul versante occulto dell’isolotto s’apprestava a dar motore, avvertì correnti fredde lambirgli il dorso, quindi fluire di lato.
Ombre più scure lo scortavano, ma non reagì, non si scompose, né ebbe paura, come avesse rassegnato la propria sopravvivenza ad un superiore Destino, qualunque sentenza vi fosse già scritta.
E non pensò a nulla.
Limpido e vuoto glissò fino alla meta.” (Da Izlet)

Giambattista Bergamaschi, nato a San Benedetto del Tronto nel 1954, insegna italiano, storia e geografia presso scuola media statale, dove è anche Referente per l’Orientamento e svariati progetti concernenti l’Educazione alla Salute. Cura molteplici interessi, dalla narrazione alla ricerca musicologica, dalla didattica della storia alla semiologia, dalla pratica concertistica alla poesia. Suona la chitarra jazz e ha pubblicato due propri CD, Sunny e Spleen.

Abbate2.jpgGrazzanise – Una nuova pubblicazione viene ad arricchire lo scaffale delle opere di autori del nostro paese. E’ il volume Educare per la cittadinanza – Scuola e percorsi trasversali di formazione , di Giammichele Abbate, edito dall’Editrice Gaia.
L’autore, giornalista e docente di Scuola Secondaria Superiore nonché cultore di Pedagogia generale presso la Seconda Università degli Studi di Napoli, si occupa di formazione in ambito scolastico ed extrascolastico su tematiche relative all’educazione interculturale, alla disabilità e al rapporto tra pedagogia e impegno socio-politico. Interessante, a questo riguardo, il collettivo: Don Milani tra scuola e impegno civile , Luciano Editore, Napoli 2008.

Questa seconda pubblicazione si inserisce dunque nel filone degli interessi di Abbate cAbbate1.jpghe si sono esplicitati nel tempo in articoli e saggi inseriti in opere collettive (Ricordiamo: AdA educazione alla cittadinanza e alla legalità , in Governare il lifelong learning, a cura di Bruno Schettini (pagine inserite nella pubblicazione odierna); L-iskola ta’ Barbiana: xejriet u prospettivi ghat-taghlim , in Lorenzo Milani, Bejin Ilbierah u llum, di Carmel Borg, Horizons, Malta,2010).
Nella visione dell’autore le problematiche della cittadinanza sono legate al “concreto avvicinamento delle istituzioni e dei luoghi della democrazia alla vita dell’individuo”. L’educazione alla cittadinanza e alla legalità, alla prima strettamente connessa, è “la chiave di volta per consentire a tutti e a ciascuno di sentirsi protagonisti della vita democratica” in un tempo dominato dalla televisione che “tende ad uniformare a discapito della diversità”.
In questo contesto il primo obiettivo, per Abbate, è quello del “recupero delle fasce di dispersione scolastica”. Il suo ragionamento si sviluppa analizzando “il rapporto spesso problematico e conflittuale, tra l’esercizio vero della democrazia e il tentativo dell’attuale società di ridurla a un processo di scarso valore”. e mettendo in primo piano il ruolo dell’EdA (Educazione degli Adulti) “nella realizzazione delle aspirazioni di crescita e libertà”.
Un libro che si fa leggere per la chiarezza dell’esposizione e per lo stimolo ad una visione meno banale della realtà che ci circonda.

frates

Il libro è stato presentato Sabato 9 febbraio 2013, ore 19.00, presso l’Ex Libris Palazzo Lanza di  CAPUA in una serata di presentazione del nuovo Coordinamento e delle attività del 2013 dell’Associazione, conclusasi con una cena sociale.

 

Sabato 9 febbraio 2013, ore 19.00, presso l’Ex Libris Palazzo Lanza 

 C.so Gran Priorato di Malta –  CAPUA

Sarà presentato l’ultimo libro del

 Prof. Giammichele Abbate

 Dal titolo

 Educare per la cittadinanza

 

Introduzione

Dott. Mattia Parente

Coordinatore TRE GRAZIE

 

Relazione

Prof. Giammichele Abbate

Autore

 

L’evento sarà preceduto dall’assemblea dei soci durante la quale sarà presentato il nuovo Coordinamento e il programma delle attività per il 2013. La serata terminerà con una cena sociale allietata da un gruppo di musica popolare.

luce,d'abundo,diodati,ceciGrazzanise – “Il concerto di questa sera è un piccolo segno di speranza per il futuro”, così ha chiosato il Coordinatore dell’Associazione Culturale Tre Grazie, dott. Mattia Parente, al termine del Concerto di Natale (XXI edizione) tenutosi nella Chiesa dell’Annunciata che nell’occasione appariva più bella che mai.
E veramente la manifestazione musicale che introduce tradizionalmente l’anno sociale del sodalizio grazzanisano viene a chiudere un anno difficile per la nostra nazione e il nostro paese e l’augurio che il peggio sia passato e inizi il riscatto è condiviso da tutti.
A rafforzare questa tensione emotiva ha contribuito grandemente l’orchestra LUCE, diretta dal M° Luigi Ceci, con la sua performance di venti brani e tre fuoriprogramma eseguiti senza interruzione.
Il complesso musicale maddalonese era già stato ospite gradito cinque anni fa ed anche nell’occasione odierna ha confermato quelle caratteristiche che gli erano state riconosciute allora.
Sotto la guida impeccabile, essenziale eppur spettacolare del M.° Ceci, gli orchestrali hanno mostrato notevoli capacità interpretative ed esecutive.
I tre violini (L. Saffioti, D. Izzo, A. Trivisan), la viola (Ciaramella), il violoncello (Savinelli), il contrabasso (Ciaramella), il flauto (Vinciguerra), l’oboe (Franza), il piano (Ceci) hanno eseguito il programma in maniera pulita, senza sbavature o incertezze, con un pizzicato preciso in una sintesi ammirevole di estreme delicatezze e di forza prorompente.
Su questa base di tutto rispetto si sono esibiti il soprano Minni Diodati e il tenore Michele Arcangelo D’Abundo. Mentre quest’ultimo ha mostrato sicurezza e potenza nelle capacità canore al servizio di una interpretazione pulita ed efficace, la Diodati ha mostrato una voce calda e coinvolgente, cavandosela con padronanza in alcuni pezzi impegnativi (Verdi) ed emotivamente evocativi (Morricone) e con notevole virtuosismo nel sincopato.
Una bella serata di musica, dunque, in una cornice di pubblico attento, onorata dalla presenza del Comandante della Stazione CC, M.llo Luigi De Santis accompagnato dal M.llo Gianluca Pati, accomunati nei ringraziamenti finali dal Coordinatore dell’Associazione a padre F. Monticelli che ha messo gentilmente a disposizione il luogo sacro.
Ha presentato con garbo il programma Caterina Argenziano, componente del Coordinamento.

frates

luce,d'abundo,diodati,ceciluce,d'abundo,diodati,ceciluce,d'abundo,diodati,ceciluce,d'abundo,diodati,ceciluce,d'abundo,diodati,ceciluce,d'abundo,diodati,ceci

Grazzanise – Sabato 29 dicembre 2012, con inizio alle 19,00, nella Chiesa della SS. Annunciata, si terrà il tradizionale Concerto di Natale organizzato dall’Associazione Culturale Tre Grazie. L’appuntamento musicale, giunto quest’anno alla XXI edizione, vedrà protagonista l’Orchestra LUCE, diretta dal M° Luigi Ceci con la partecipazione del soprano Minni Diodati e del tenore Michele A. D’Abundo. Saranno eseguiti brani della tradizione musicale italiana e anche di autori moderni tra cui lo stesso Ceci.

L’orchestra è composta da strumentisti di scuola napoletana e svolge attività concertistica da più di vent’anni. Il suo direttore, nato a Maddaloni, si è diplomato in flauto al Conservatorio ’S. Pietro a Majella’ di Napoli, è un valente compositore e un apprezzato arrangiatore.

Il soprano M. Diodati è vincitrice di alcuni concorsi ed ha al suo attivo esibizioni in vari teatri della penisola. Nel 2008 ha effettuato una tournée in varie città del Cile.

Il tenore M. A. D’Abundo a sua volta è risultato vincitore in vari concorsi ed è apprezzato interprete di numerosi personaggi della tradizione lirica italiana.

I maestri e i cantanti dell’orchestra LUCE sono stati già protagonisti del Concerto di Natale del 2007 riscuotendo un enorme successo.

Il Concerto di Natale rappresenta il fiore all’occhiello dell’Associazione Tre Grazie fin dalla sua costituzione, “un momento forte di aggregazione associativa e di condivisione dell’esigenza di solidarietà e dell’impegno culturale a favore della comunità locale”. Infatti il numero di edizioni corrisponde agli anni del sodalizio che da pochi giorni ha rinnovato i suoi organi dirigenti con la conferma del dott. Mattia Parente nella carica di Coordinatore a cui vanno ad affiancarsi Paolo Raimondo, Salvatore Nardelli, Nicoletta Pezzera, Antonio Mastrocinque, Pasquale Raimondo, Caterina Argenziano e Ivana Bertone (segretaria cooptata).

Durante la manifestazione, aperta a tutta la cittadinanza, sarà allestita una raccolta fondi che quest’anno sarà devoluta a favore dell’Associazione CUORE – pro malato oncologico.

A seguito delle votazioni del 9.12.2012 e viste le opzioni il Comitato di Coordinamento per il nuovo anno risulta così composto:

– Coordinatore                Mattia Parente
– Vice Coordinatore         Paolo Raimondo
– Tesoriere                     Salvatore Nardelli
– Consiglieri                    Nicoletta Pezzera
                                   Antonio Mastrocinque
                                    Pasquale Raimondo
                                    Caterina Argenziano
Segretaria cooptata        Ivana Bertone

Questi i risultati della consultazione di domenica 9.XII.2012

 

Coord.

Sindaci

Argenziano Caterina

7

 

Caianiello Antonella

2

 

Caianiello Raffaele

16

2

D’Abrosca Pasquale

1

 

D’Elena Giovanni

1

 

Dammiano Enza

2

 

Di Cecio Concetta

13

2

Di Nardo Alessio

 

2

Di Stasio Benito

4

 

Gattabuia Vincenza

2

1

Mastrocinque Antonio

16

3

Mirra Assunta

 

1

Nardelli Salvatore

26

9

Narni Mancinelli Filomena

2

 

Negro Maddalena

1

 

Parente Angelo

1

 

Parente Augusta

1

 

Parente Maddalena

1

 

Parente Carmela

1

 

Parente Giovanna

1

 

Parente Mattia 1963

34

12

Parente Mattia 1979

2

 

Petrella Giacinto

2

1

Petrella Michele

8

3

Pezzera Giovanna

13

5

Pezzera Giovanni

1

 

Pezzera Luigi

 

3

Pezzera Nicoletta

16

3

Pucino Angela

3

 

Raimondo Enrico

9

18

Raimondo Eugenio

2

2

Raimondo Gianpaolo

3

 

Raimondo Giovanni

3

16

Raimondo Giovan Battista

 

17

Raimondo Giuseppina

1

 

Raimondo Luca

1

 

Raimondo Marco

2

 

Raimondo Marta

2

 

Raimondo Paolo

29

2

Raimondo Pasquale

14

2

Raimondo Roberto

2

 

Raimondo Teresa

1

 

Ravo Raffaele

1

4

Rullo Emma

1

 

Rullo Luigi

 

1

Santafata Angelo

 

1

Tescione Giuseppe

2

1

Tessitore Francesco

4

1

Tessitore Franco Giovanni

6

3

Tessitore Nicola

3

3

Torrano Giuseppe

1