teatroGrazzanise – In una sala gremita di spettatori divertiti si è svolta ieri 25 marzo 2012 la terza serata della rassegna teatrale organizzata presso l’IAC “F. Gravante” dall’Associazione Culturale Tre Grazie nell’ambito delle celebrazioni del proprio ventennale.
Nell’occasione si è esibita la Compagnia “Il Sipario” di Mondragone che ha presentato “Ce penza mammà”, commedia in due atti di Gaetano e Olimpia Di Maio, per la regia di Ciro Zinno che figura anche tra i protagonisti sulla scena.
Lo svolgimento della trama ha calamitato l’attenzione del pubblico che più volte ha tributato scroscianti applausi agli interpreti a sottolineare battute e situazioni spesso comiche, talora grottesche, a volte paradossali e finanche toccanti.
Ma il testo si è avvalso di una recitazione sempre misurata e accorta per una interpretazione efficace, di alto livello. Gli attori si sono fatti apprezzare per una gestualità essenziale e pulita rendendo con grande efficacia tipi e caratteri costruendo una ambientazione altamente verosimile.
Uno spettacolo, per concludere, che ha mantenuto una sua tensione per tutta la durata, sottolineato dall’applauso finale che ha accomunato gli interpreti, il regista Zinno, il Coordinatore della Tre Grazie, dott. Mattia Parente, la consigliera dott.ssa Caterina Argenziano, in rappresentanza dell’Amministrazione Comunale, che ha donato una targa ricordo, e Raffaele Caianiello, responsabile della rassegna, a cui la Compagnia “Il Sipario” ha donato un’artistica riproduzione del proprio logo.
Tra il numeroso pubblico presente l’assessore alla Cultura di Cancello Arnone, dott.ssa R. M. Paolella.
Di seguito il cartellone della commedia:
Bernardino Iaccarino – Franco Di Lorenzo
Margherita Iaccarino – Nadia Merenda
Rachele – Adele Capone
Cristina Iaccarino – Maria Russo
Geppino Iaccarino – Ciro Zinno
Agostino (idraulico) – Luigi caracciolo di Torchiaroloteatro
Pasquale Cimmelli – Giuseppe De Lisa
Lauretta e mamma – Arianna De Lisa
Fioraio – Antonio LUongo
Titina – Elisabetta Giametta
Armandino Pastore – carlo caracciolo di Torchiarolo
Regia: Ciro Zinno
Costuni: Adele Capone
Scene: Franco Di Lorenzo

frates

Le foto sono di Antonio Mastrocinque

teatroGrazzanise – Nel 1992 nasceva l’Associazione Culturale Tre Grazie. Per celebrare il proprio ventennale il sodalizio attualmente guidato dal dott. Mattia Parente ha previsto una serie di eventi tra cui una rassegna teatrale che impegnerà tutto il mese con l’esibizione di quattro diverse compagnie.
L’iniziativa è stata fortemente voluta da Raffaele Caianiello, membro del Coordinamento e ideatore nonché regista dell’omonima Filodrammatica da diversi anni.
Nella serata di ieri 10 marzo 2012 è andata in scena sul palco dell’IAC “F. Gravante” l’opera “Il settimo si riposò” di Samy Fayad, proposta con qualche rielaborazione dalla Compagnia “Artisti per caso” dell’Associazione Pentarte di Albanella (SA).
La rappresentazione, con i limiti e l’impegno entusiasta dei dilettanti (detto senza offesa) e con le trovate che il gusto e il mestiere degli attori e del regista suggerivano durante lo svolgimento della trama, ha riproposto una delle opere più rappresentate dell’autore nato a Parigi nel 1925 e vissuto a Napoli fino alla morte nel 1999.
Sotto la regìa di Pia Zito hanno recitato:
Vincenzo Farsetti – Antonio Orefice
Antonella De Lucia – Gemma
Laura Di Mieri – Teresa
Giovanni Florenzano – Gioacchino
Antonio Verrnieri – Filippo Capurro
Graziano De Cristofaro – Gaetano Donnarumma
Eduardo Tortora – Lorenzo Persico
Adele Volpe – Signora Persico
Maria Grazia Trippa – Intervistatrice
Maria Busillo – Professor Notari
Amedeo Aquino – 1° infermiere
Renzo Meluccio – 2° infermiere
Paride Tierno – 3° infermiere
La serata, presentata dalla cerimoniera della Tre Grazie, Nicoletta Pezzera, e introdotta dal Coordinatore M. Parente e dal Presidente della Pentarte Angelo Arciello, si è chiusa con la consegna di una targa da parte del sindaco Pietro Parente. La serie di rappresentazioni è infatti patrocinata dall’Amministrazione comunale rappresentata in sala anche dall’Assessore alla Cultura, Salvatore Raimondo.

frates

Artisti per caso1.jpgQuest’anno ricorre il ventennale dell’Associazione Culturale Tre Grazie e per celebrare degnamente l’anniversario è in programma una serie importante di iniziative che toccheranno varie tematiche secondo un unico filo conduttore, quello della Cittadinanza Consapevole.

L’Associazione si ripropone così all’attenzione della cittadinanza al termine di un percorso che l’ha vista impegnata, lodevole eccezione quanto a durata ed organizzazione, sul fronte culturale e sociale. Ma mentre termina un percorso ne inizia un altro e il sodalizio ha tutta l’intenzione di continuare.

Si comincia dal teatro. Il mese di marzo sarà dedicato alle rappresentazioni offerte da alcune Compagnie della Regione secondo la seguente scaletta:

 •         Compagnia “ Artisti per caso”, Albanella (SA), presenta: Il settimo si riposò, due atti di Samy Fayad. Regia di Pia Zito.<br>

•         Compagnia” Luna Rossa”, Salerno, presenta: ‘E Grazie do Paravise, un prologo e due atti di Raffaele Caianiello . Regia Di Adriana Minelli.<br>

•         Compagnia “ Il Sipario”, Mondragone, presenta: Ce Penza Mammà, due atti di Gaetano e Olimpia Di Maio<br>

•         Compagnia” La Fenice”, Frattamaggiore, presenta: ‘E Ricchezza Da Povertà, tre atti di Raffaele Caianiello. Regia di Domenico Listone.

 La rassegna teatrale è curata da Raffaele Caianiello, coadiuvato dal Comitato di Coordinamento dell’Associazione e da uno staff Tecnico composto da Tina di Cecio, Francesco Tessitore, Giovani Parente, Eugenio Raimondo.

 Il primo appuntamento è dunque per sabato 10 marzo alle ore 20,00 presso l’Aula Magna della Scuola Media “F. Gravante”. L’ingresso è libero.

 frates