merini1.jpgGrazzanise – Sabato 19 marzo 2011 ha avuto luogo presso la saletta dell’Oratorio dell’Annunciata il secondo degli appuntamenti letterari previsti dal programma di attività di quest’anno della Associazione Tre Grazie.

Al centro dell’incontro la poetessa Alda Merini, nell’anniversario della nascita (21 marzo 1931- 1 novembre 2009). Ne ha parlato la prof. Clea de Francesco, cultrice di arte e poesia, autrice di liriche e di recensioni pittoriche riportate nell’Enciclopedia Mondiale degli Artisti, nonché presidente del Premio Nazionale di Poesia e Narrativa delle Acli Art di S. Maria C.V., la quale ha tracciato un appassionante quadro biografico ed artistico della poetessa considerata la più grande in Italia nel periodo contemporaneo.

La vita di Alda Merini si è svolta all’insegna della sofferenza a causa di una lunga malattia che l’ha portata anche ad essere internata in case di cura, ma nello stesso tempo non è stata priva di gioia di vivere, di amicizie e di estimatori.

La sua vasta produzione poetica, iniziata precocemente, ha subito attirato le attenzioni di critici ed esperti che ne hanno intuito il grande potenziale. Nella sua prolusione la prof. De Francesco ha fatto spesso ricorso alla lettura di componimenti della poetessa. Ne è risultata una presentazione appassionata e interessante oltre che ricca di spunti come merita la complessa personalità della Merini, il cui esame, ovviamente, non può essere esaurito nel breve tempo di un incontro.

L’occasione è servita a stimolare a un approfondimento della figura della poetessa milanese e soprattutto a una lettura diretta delle sue opere.
Ha introdotto il Coordinatore dell’Associazione, Mattia Parente.

 

meriniconf.jpg

frates